Gli integratori di Omega-3 sono acidi grassi polinsaturi e componenti chiave della dieta umana. Includono: acido alfa-linoleico (ALA), presente in varie fonti alimentari, acido eicosapentaenoico (EPA), presente nei pesci e acido docosaesaenoico (DHA), presente sia nelle alghe che nei pesci. Oli vegetali, semi, fagioli, noci e verdure a foglia verde contengono ALA, che viene convertito su piccola scala in EPA e DHA quando ingerito. EPA e DHA sono i principali tipi di acidi grassi Omega-3 presenti negli integratori alimentari.

Gli esseri umani non sono in grado di produrre Omega-3 in modo indipendente, motivo per cui dipendiamo da fonti esterne per aiutare le normali funzioni e lo sviluppo del cervello, degli occhi e dei nervi. Gli integratori sono presi da coloro che hanno diciotto anni o più, a meno che non siano prescritti da un operatore sanitario, in combinazione con una dieta variata.

Gli integratori di Omega-3 sono stati usati per ridurre il gonfiore e il dolore articolari e anche per prevenire la formazione di coaguli di sangue che possono portare a patologie cardiache. Secondo fonti, ulteriori usi degli integratori di Omega-3 includono: miglioramento della circolazione sanguigna, riduzione dei sintomi per quelli con artrite reumatoide (RA) e azione di prevenzione dell'ictus, del carcinoma mammario e del carcinoma prostatico.

La FDA ha approvato integratori Omega-3 da fonti di pesce come sicuri per il consumo. Per gli adulti, l'assunzione giornaliera non deve superare i 3 grammi di Omega-3 se non prescritto da un medico. Coloro che soffrono di ipertensione, colesterolo alto, malattie coronariche o altri disturbi gravi dovrebbero consultare un medico in merito alla frequenza di assunzione raccomandata di integratori di Omega-3 e alla durata del trattamento.

prodotti visionati recentemente